Home breaking-news Trattato come sospetto caso covid morì per setticemia, 6 medici indagati

Trattato come sospetto caso covid morì per setticemia, 6 medici indagati

di Isabella Roccamo
70 visualizzazioni

La Procura della Repubblica di Palmi ha disposto l’esumazione del corpo di Maurizio Frana, di 51 anni, morto il 29 dicembre scorso nel pronto soccorso dell’ospedale di Reggio Calabria. Avviso di garanzia notificato a sei medici, 3 dell’ospedale di Polistena e 3 di quello di Reggio Calabria, con l’ipotesi di omicidio colposo.
Provvedimento necessario per consentire loro di nominare propri consulenti. Il 51enne fu ricoverato la mattina del 29 dicembre, nell’ospedale di Polistena. Trattato come un sospetto caso di Covid fu sistemato nella tenda Covid per accertare l’eventuale positività. Alle 17.30, dopo i primi risultati, il trasferimento a Reggio Calabria sempre per sospetto Covid. A Reggio, dopo l’esito negativo del tampone, fu trasferito al pronto soccorso ordinario dove morì intorno alle 22 per uno choc da stato settico, come ha riferito il fratello della vittima nella denuncia presentata alla polizia.

Potrebbe piacerti anche